associazione

Condividi

Partecipa!

Il tuo libero contributo sarà interamente devoluto alle attività di divulgazione della Chimica.

Dal 7 al 10 dicembre si svolgerà a San Miniato, provincia di Pisa, la II Scuola Nazionale di Didattica Della Chimica, rivolta ai docenti delle scuole superiori e supportata dal Progetto Lauree Scientifiche. La scuola continua la tradizione iniziata l’anno scorso, quando un’iniziativa analoga si svolse sempre a San Miniato in contemporanea con la VIII Edizione della Scuola di Ricerca Educativa e Didattica Chimica “Ulderico Segre”.

La giornata del 7 dicembre sarà aperta a tutto il pubblico e sarà dedicata alla divulgazione chimica e in particolare al suo rapporto con un territorio ricco di opportunità, ricchezze naturali e prelibatezze come quello toscano. “Chimica: Didattica, Arte, Musica e Territorio” è il titolo dell’iniziativa, che si terrà al Monastero di San Francesco di San Miniato a partire dalle ore 17. Saranno presenti molti rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico e del territorio. Tra questi Vincenzo Barone, Direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa; Angela Agostiano, Presidente della Società Chimica Italiana e che è stata recentemente insignita del premio Anassilaos Arte Cultura Economia e Scienze 2017; Raffaele Grana, presidente di Slow Food Toscana, e Luigi Dei, chimico e Rettore dell’Università di Firenze.

Giovanni Villani, presidente della sezione didattica della Società Chimica Italiana e tra i relatori dell’evento, ha dichiarato a Chimicare che la giornata mira a “mostrare la Chimica in tutte le sue articolazioni: la didattica, il suo rapporto con l’arte e la musica, il suo radicamento sul territorio non solo nelle imprese chimiche, ma anche nei prodotti naturali come il tartufo, l’olio e il vino. Tutti prodotti essenziali di questo territorio. La presenza del Presidente Toscano di Slow Food serve a rinforzare proprio la collaborazione e non la contrapposizione tra chimica e prodotti tipici toscani.”

Oltre alla divulgazione, ci sarà spazio anche per la musica, grazie alla partecipazione dell’orchestra «La Filharmonie» di Firenze, e per una fiaba scientifica-artistica incentrata sulla chimica.

Come ci conferma sempre il prof. Villani, la scelta di San Miniato non è per nulla casuale. Oltre alla posizione geografica intermedia tra Pisa, Firenze e Siena, San Miniato è nel cuore del distretto toscano del cuoio, il che comporta un’alta concentrazione di concerie e imprese chimiche, rendendo questa cittadina profondamente legata alla chimica. Inoltre proprio a San Miniato la Scuola Normale Superiore tiene ogni anno un corso di orientamento rivolto ai migliori studenti delle scuole superiori.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *