1. Smontare la tubatura

Chi se ne intende un po’ di idraulica, può provare a intervenire smontando la tubatura. Infatti, i residui di sporco, sapone, dentifricio, peli e capelli si incastrano nella prima curva sotto il lavandino. Basta rimuovere la tubatura e togliere tutta la sporcizia per risolvere il problema dello scarico. È necessario munirsi di chiave idraulica, stracci e una bacinella.

  1. Usare il classico sturalavandini

Un altro modo che tanti già conoscono per intervenire sulla tubatura intasata è usare il classico sturalavandino. Si tratta di una ventosa che si trova facilmente in tutti i grandi supermercati o nei negozi dedicati al fai da te. La ventosa va posata sullo scarico e tenendo bloccato il foro di sicurezza con l’altra amano, si muove su e giù per sbloccare lo sporco che impedisce all’acqua di defluire. Il lavoro è fatto quando si sente un inequivocabile rumore di sgorgo.

  1. Provare con il filo di ferro

In assenza di altri strumenti, si può usare del semplice filo di ferro da calare nello scarico per aggrapparsi allo sporco e rimuoverlo. Chi non ha nemmeno il filo di ferro, può smontare con una pinza una stampella in metallo, come quelle della lavanderia.

  1. Ricette fai da te

Infine, esistono anche dei metodi e ricette naturali per pulire gli scarichi che si sono intasati. Per esempio, si può provare con bicarbonato di sodio e limone, sale grosso e aceto rosso ma anche una bibita gasata tipo cola.

Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.prontointerventoidraulico-milano.it

Di Grey