Spesso oggi negli interventi di ristrutturazione del bagno, si decide di posare nuove piastrelle. Quando si desidera mettere il mosaico in bagno ci sono degli accorgimenti da avere per uno stile perfetto.

Primo consiglio: solo sulle pareti

Il mosaico bagno va usato con cautela perché altrimenti ha un effetto troppo carico.  Il mosaico non va posato sul pavimento, ma preferibilmente solo sulle pareti. Il mosaico si usa infatti per i rivestimenti delle pareti e non per la pavimentazione. Per il pavimento sarebbe più opportuno utilizzare delle piastrelle classiche, preferibilmente di grandi dimensioni con un colore unico, in coordinato con quello del mosaico da mettere sulle pareti.

Secondo consiglio: solo su parte delle pareti

L’effetto del mosaico può risultare un po’ pesante, soprattutto nei bagni che hanno una metratura un po’ più ampia. Il consiglio migliore in questo caso è di non posarlo dappertutto, su tutto il muro, ma solo in alcune parti ben selezionate. Il mosaico bagno va posato solo nel box doccia, dietro al lavabo e dietro ai sanitari, soprattutto se sono sospesi. Se viene realizzato un muretto per i sistemi di scarico dei sanitari sospesi, lo si può rivestire con il mosaico. Per il resto delle pareti, basta stendere una vernice idrorepellente che evita problemi di muffa dovuti all’eccessiva umidità del bagno.

Terzo consiglio: una posa irregolare

Per il mosaico bagno è anche consigliabile non posarlo alla perfezione ma creare volutamene una posa irregolare. Questo vuol dire che la fila finale non avrà tutta la riga piena, ma le tessere possono esser spostate. Un piccolo gruppo vien tolto da un rettangolo e messo sopra per un effetto diverso da solito. è necessario esser un po’ abili nella posa perciò va fatto fare ai veri esperti. Questa modalità di posa crea più movimento e il bagno acquista subito un tocco insolito che no si vede ovunque. Il mosaico così postato caratterizza molto il bagno perciò il resto dell’arredo deve esser semplice e non troppo particolare.

Di Grey