associazione

Partecipa!

Il tuo libero contributo sarà interamente devoluto alle attività di divulgazione della Chimica.

Dopo il successo dello scorso anno, con più di 500 elaborati ricevuti, ritorna il Premio Nazionale Federchimica Giovani. Rivolta agli studenti delle scuole medie inferiori (ma anche agli studenti della scuola primaria con modalità differenti), questa iniziativa mira ad aumentare nei giovanissimi la consapevolezza dell’importanza della chimica nella nostra società e a suscitare una riflessione negli studenti e negli educatori sui tanti pregiudizi che ancora circondano le scienze chimiche.

Il Premio è promosso da Federchimica, Federazione Nazionale dell’industria chimica e da alcune sue Associazioni di settore in collaborazione con il MIUR e permetterà agli studenti, da soli o in gruppo, di raccontare la propria visione della chimica attraverso un elaborato sotto forma di intervista o racconto di fantasia ma anche tramite un video e una presentazione.

In palio un Tablet per i vincitori singoli e 2.000 euro in materiale didattico per la scuola.

L’edizione dello scorso anno ha visto la partecipazione di più di 500 elaborati provenienti da tutto il territorio nazionale. La Lombardia si conferma però in prima posizione per il numero di studenti che hanno partecipato – come era lecito aspettarsi considerando che si tratta della regione con la più alta concentrazioni di industrie chimiche in Italia – mentre la Calabria è fanalino di coda con un solo iscritto. Questo riflette probabilmente la forte polarizzazione nord-sud della concentrazione di aziende chimiche, che secondo i dati di Federchimica si concentrano principalmente al Nord, che raccoglie il 78% delle aziende del settore, mentre centro e sud si spartiscono quasi equamente il restante 22%.

Va comunque segnalato che anche il Sud Italia è stato degnamente rappresentato tra i vincitori dell’edizione 2016-2017.

Un encomio va però assegnato a studenti e insegnanti delle regioni colpite dal terremoto, che nonostante gli enormi problemi logistici (in alcune scuole mancava addirittura la connessione a Internet) hanno saputo comunque interpretare con grande creatività le tracce del concorso.

Purtroppo in alcuni degli elaborati ricevuti era ancora possibile rintracciare l’eco di preconcetti negativi, luoghi comuni e falsi miti, spesso così radicati da essere non solo difficili da eliminare, ma anche da identificare per gli stessi insegnanti.

Questi dati dimostrano quanto sia ancora lunga la strada per sradicare definitivamente questi malintesi e idee errate e quanto sia necessario lavorare per promuovere una sana coltura chimica anche in regioni meno “vocate” a questo settore.

Tutte le informazioni di dettaglio sul Premio sono disponibili sul sito di Federchimica.

Per partecipare occorre iscriversi sul sito e la scadenza per presentare gli elaborati è il 16 marzo 2018.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *