La Serie A quest’anno sta regalando molte emozioni per quanto riguarda la classifica dei capocannonieri: infatti se da un lato non sorprende che in vetta sventoli la bandiera di Cristiano Ronaldo, che tra campionato e Champions ha già raggiunto quota 20 segnature da quando veste la casacca bianconera, dall’altro fa specie vedere un debuttante come Piatek lottare con questo extraterrestre per il titolo, così come un veterano dell’area di rigore come il doriano Fabio Quagliarella essere appaiato al terzo posto con il bomber attualmente più prolifico d’Europa, ossia l’atalantino Duvan Zapata.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di analizzare chi tra i nostri attaccanti di razza potrà giocarsi il titolo di capocannoniere 2019 di qui alla fine della stagione.

CR7 non delude le aspettative

Ci sono volute ben 4 giornate di campionato italiano per sbloccare il fenomeno portoghese, che ha nel Sassuolo la sua vittima preferita: infatti i primi 2 gol segnati da CR7 in Serie A sono proprio giunti contro i neroverdi, così come l’ultima sua segnatura è maturata proprio al Mapei Stadium nella scorsa giornata, portando a 18 il bottino complessivo delle sue reti segnate.

Il primato del numero 7 bianconero sembra ben saldo e se la sua costanza sotto porta rimarrà intatta, il portoghese potrebbe riportare a Torino il titolo di re dei cannonieri, che manca dalla stagione 2001-2002, quando David Trezeguet, assieme a Dario Hubner, raggiunse quota 24 reti in campionato.

Zapata e Quagliarella: la strana coppia al secondo posto della classifica

A 36 anni suonati Fabio Quagliarella, ex Napoli e Juventus, sembra vivere una seconda primavera calcistica: infatti ha raggiunto al secondo posto della classifica dei bomber Duvan Zapata, che attualmente è l’attaccante più prolifico della Serie A, con una striscia di 8 gare consecutive contrassegnate da una sua rete che si è interrotta soltanto contro il Cagliari.

Per quanto riguarda l’attaccante campano, la sua straordinaria capacità di fare centro gli è valsa anche una nuova convocazione in nazionale da parte del C.T. Roberto Mancini, a testimonianza che l’età anagrafica spesso non cancella la classe e il talento di un giocatore.

Piatek: quattro centri in tre partite con la nuova casacca rossonera

Terzo a quota 15 reti in campionato, l’ex pistolero genoano sta deliziando i tifosi rossoneri con un repertorio stratosferico: infatti dopo un debutto con doppietta in Coppa Italia contro il Napoli, il polacco è andato a segno nell’1-1 contro la Roma e nella vittoria contro il Cagliari a San Siro, dimostrando a tutti il suo valore.

In attesa della prossima gara di Serie A Piatek si gode la nuova maglia e l’affetto del popolo rossonero, che si gode un bomber prolifico, umile e soprattutto capace di mettersi al servizio della squadra.

La classifica dei marcatori di Serie A

Ma ecco la classifica dei cannonieri dopo 23 turni giocati:

  • Cristiano Ronaldo, 18 gol;
  • Duvan Zapata, Fabio Quagliarella, 16 gol;
  • Krzysztof Piatek, 15 gol;
  • Arkadiusz Milik 12 gol;
  • Ciro Immobile, Francesco Caputo, 11 gol;
  • Mauro Icardi, 9 gol;
  • Mario Mandzukic, Lorenzo Insigne, Dries Mertens, Gervinho, Roberto Inglese, Stephan El Shaarawy, Andrea Petagna, 8 gol.

Di Grey