La saldatrice a punti è uno strumento eccezionale che chiunque si diletti un po’ di lavoretti di casa deve avere sempre a portata di mano. Ad esempio, si può usare per saldare cancelli, lamiera, carrozzeria. Tra i tanti sistemi per saldare, quello offerto dalla saldatrice a punti vanta efficienza e risultati molto validi. Insomma, è quello che ci vuole per unire due lastre tra di loro.

Saldatrice a punti: come funziona

Al contrario della saldatura ad arco, la puntatrice lamiera è in grado di controllare maggiormente il calore. Grazie a un sistema a resistenza, il calore emesso è meno forte. Sfrutta un circuito elettrico per applicare il calore solo nella zona dove va fatta la saldatura.

La puntatrice elettrica scalda solo la zona interessata affinché due parti molto sottili come le lamiere si saldino in maniera permanente. In altre parole, la fusione è più mirata e localizzata. Praticamente, due elettrodi sistemati sui bracci in rame premono il punto da saldare sia sopra che sotto.

Il livello di calore è legato alla resistenza fisica del metallo di cui sono fatte le lamiere che si fondono solo in corrispondenza degli elettrodi. Rispetto alla saldatura ad arco, questa particolare tecnica di fusione inizia all’interno del materiale e si propaga verso l’esterno proprio nella direzione degli elettrodi.

Come saldare con la puntatrice

Per quanto riguarda la pratica, per saldare con la puntatrice occorre prima eliminare ogni traccia di ruggine, vernice e altri trattamenti altrimenti la saldatura potrebbe non riuscire per via di un mancato contatto elettrico.

Naturalmente, anche tra le due lamiere non devono essere presenti ostacoli come possono essere sporco, residui, frammenti o detriti di ogni sorta. Per tale motivo, le lamine Da unire devono essere pulite e asciugate.

Onde evitare la formazione di fori nella lamiera, è necessario impostare con attenzione i parametri dello strumento. Essendo questo l’errore più comune tra i principianti, meglio prima eseguire delle prove su degli scarti, a patto che siano dello stesso materiale da lavorare poiché metalli diversi richiedono impostazioni altrettanto differenti. Con un po’ di pratica e dimestichezza, impostare lo strumento diventerà sempre più facile.

Di Grey