La mastoplastica additiva Milano è un tipo di operazione molto richiesta oggi e quindi bene sapere a che cosa si va incontro prima di sottoporsi.

L’operazione: come si svolge

Per eseguire la mastoplastica additiva Milano il chirurgo plastica inserisce delle protesi in gel di silicone, che possono avere una forma a goccia, detta anche anatomica, oppure rotonde. Si possono inserire da sotto al seno oppure dal cavo ascellare. L’intervento può ha una durata che oscilla dalle due fino anche alle quattro ore.

Il post operatorio: cosa fare

Dopo l’intervento di mastoplastica additiva Milano la paziente va a casa senza passare la notte in ospedale, a meno che il medico chirurgo non disponga diversamente. Dopo l’operazione, la zona sarà gonfia e dolorante. È possibile prendere dei farmaci anti dolorifici, solo quelli prescritti dal medico chirurgo però, evitando sempre il fai da te.

Tutta la parte operata è fasciata e la medicazione va cambiata l’indomani al primo controllo con il chirurgo plastico. Subito dopo l’operazione, la paziente deve stare a riposo assoluto, stando in una posizione supina. È normale che nelle prime 24 – 36 ore dopo l’intervento compaia anche un ematoma che però si riassorbe da solo nel giro di un apio di giorni.

Le ferite, seppur piccole, e in punti nascosti, vanno sempre tenute pulite e disinfettate onde evitare il rischio di infezione. È altresì importante indossare una guina contenitiva. Lo scopo della guina è far aderire bene la pelle alla nuova forma ottenuta tramite la chirurgia.

Dopo le prime 2, massimo 3, settimane di riposo, la paziente può tornare al lavoro e a tutti i suoi impegni sociali. Per la ripresa degli allenamenti ci vorrà ancora un po’ di tempo perché gli sforzi sono rimandati a quando le ferite saranno completamente chiuse e rimarginate.

I risultati: quali sono

Non appena passa il gonfiore post operatorio, si può già avere un’idea del risultato finale, ci vuole circa un mese perché la pelle la zona si assesti definitivamente mostrando un seno finalmente più armonioso e più proporzionato con il resto del corpo che restituisce la femminilità e anche la fiducia in sé stesse.

Di Grey